I Licantropi del Voodoo

From Voodoo to the Dark Side of Fantasy

Una creatura misteriosa ha contribuito più di altre a inspirare il libro, sebbene compaia solo nella seconda parte. Stiamo parlando dei lupi mannari del voodoo, ossia i temibili lougawou (si legge lugaru). Come mai mi hanno così impressionato? Semplice, mentre leggevo alcune leggende haitiane sono incappato in una storia molto interessante. In questo racconto una donna, per poter viaggiare sicura di notte e portare a termine un affare, pagava il capo dei lougawou per avere la sua protezione. Di fatto, stava facendo affari con un mostro. Il Sacro Ordine del Mistero della Notte – il lato oscuro del fantasy- si basa esattamente su questo concetto. I rapporti fra le diverse razze sono guidati da interessi ed ogni fazione ne ha uno specifico. È possibile accordarsi con il vampiro, il licantropo persino l’orco se sai come trattare con lui, ma questi accordi hanno sempre un prezzo alto da pagare. Capii che il lougawou doveva far parte della storia.

Non misi subito al corrente il mio socio The Dark Show dell’idea, ma tanto lui apparve per conto suo. Personalmente, credo che sia un’entità, sebbene a me si sia sempre presentato come una persona. Comunque, non possiamo risolvere questo mistero a cui neanche le più grandi menti hanno saputo rispondere (nemmeno Einstein è riuscito a capire chi sia realmente The Dark Show).

I lougawou sono donne e (raramente) uomini che hanno ricevuto una maledizione da un Loa (spirito del voodoo) o da un bokor (prete del voodoo nero, per intenderci quello che ha influenzato la visione del voodoo come qualcosa d’oscuro). Di giorno sono esseri umani normali e privi di poteri particolari, di notte sono praticamente invincibili. È possibile riconoscerli dal fatto che sono più ricchi degli altri. Il tipico lougawou nella cultura haitiana è una vecchia senza figli (nel libro, invece sono presentati in maniere differente). Come accade per i licantropi, è possibili che abbiano relazioni con persone normali.

I lougawou dispongono di diversi pelli d’animali. Una volta giunta la notte, il lougawou esce dal suo corpo umano ed entra nella pelle che ha scelto. A differenza del licantropo europeo, il lougawou può decidere di mutare in qualsiasi animale (anche insetti), basta che abbia la pelle e può anche assumere la forma ibrida.

La particolarità del lougawou è il suo modo d’uccidere: mangia le proprie vittime in maniera mistica. Ciò significa che il giorno dopo, la vittima del lougawou viene semplicemente trovata priva di vita. Per la precisione, il lougawou ama il sangue delle persone, in particolare quello dei bambini. È quindi una sorta di licantropo-vampiro.

Interessante è anche il modo di volare: il lougawou emette delle fiamme dai piedi, visibili a chilometri di distanza. Nella cultura haitiana è visto come il mostro dei mostri. Purtroppo, tutt’oggi l’accusa d’essere un lougawou può portare al linciaggio.

In generale, per proteggersi dai lougawou si possono utilizzare dei talismani preparati dall’hougan (prete del voodoo bianco) e la mambo (pretessa del voodoo bianco). Questi talismani tengono lontano il lougawou.

Un altro modo è quello di salare la pelle umana del lougawou durante la notte. Così facendo non riesce a rientrare nel suo corpo umano e muore al sorgere del sole.

Il terzo è attaccarlo di giorno. Con il sorgere del sole il lougawou perde ogni potere, quindi può essere facilmente eliminato

Una chicca: secondo le leggende del Nord di Haiti, mentre i loguawou in generali sono ricchi, il loro capo di giorno appare come un povero.

Una serie di lougawou sconvolgerà le tenebre nel Sacro Ordine del Mistero della Notte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: